Economia

Form di ricerca

La newsletter quotidiana sul commento dei mercati è stata sostituita, a partire dal 25/05/2016,  con le due newsletter settimanali che potete trovare nelle nuove sezioni “TRA MERCATI & FINANZA” e “TRA FISCALITÀ & FINANZA”

L'uscita lenta dalla crisi

Perché non siamo ancora usciti dalla crisi iniziata nel 2007? Il ragionamento parte da una premessa e poi mette a fuoco le tre ragioni per la quali è difficile oggi uscire velocemente dalla crisi (1).

La premessa

La buona e la cattiva politica

All'impatto della politica nazionale nelle vicende economiche si da un gran peso. Si pensa che la buona politica faccia crescere l'economia più di quanto accadrebbe con la cattiva politica. E fin qui siamo nel buon senso, o se si preferisce nel campo delle affermazione dell'ovvio. Ma è davvero così?

Brexit

Si fa veramente fatica a capire per quale ragione la Gran Bretagna voglia uscire dall'Unione Europea. Se si prende la tabella che espone le ragioni a favore della permanenza e a favore dell'uscita non si capisce poi molto, la tabella la trovate qui (1).

Il malessere del ceto medio

Negli ultimi decenni la produttività (il prodotto per occupato) ha continuato a crescere, mentre i salari (in termini reali) sono rimasti fermi. Insomma, dal 1970 in poi i “frutti del progresso tecnico” non sono stati distribuiti nella stessa proporzione, come era avvenuto dalla fine della Guerra al 1970.

Ed ecco la Bad Bank

Le sofferenze (Non Performing Loans=NPL) sono i prestiti che una banca ha effettuato, ma che i debitori non riescono a ripagare. In Italia ammontano intorno ai 200 miliardi di euro. Per la media delle banche italiane le sofferenze sono pari al 10% degli attivi.

Pagine