Del parlar male degli altri

Form di ricerca

Del parlar male degli altri

Si rimane colpiti dal continuo accusarsi in campo politico. “Ladri”, “Onesti”, “Servi”, eccetera. Lo si vede nei talk show televisivi, e nei post di Facebook, naturalmente solo se si è in contatto con chi la pensa diversamente. Sembra che non ci sia altro da dirsi. Esiste una ragione logica per questa deriva verso l'insulto? Sì, ed è curiosa (1).

Immaginate di tornare indietro nel tempo. Una volta la lotta politica era “esistenziale”: chi centrava il discorso sulla “libertà” (i liberali) e chi sull'”uguaglianza” (i socialisti). I programmi politici era radicalmente diversi, si aveva, per esempio, chi voleva la proprietà privata e chi la voleva eliminare. E via andando. C'è chi ha studiato i programmi elettorali. Da qui ha costruito un indice che misura le differenze programmatiche fra partiti - l'indice di “polarizzazione”. Nel dopoguerra l'indice era ai massimi, poi dagli anni Ottanta si è di molto ridotto. Oggi è la metà di quanto fosse negli anni Cinquanta.

Ebbene, se le differenze fra i programmi dei partiti sono diventate modeste, su che cosa ci si scontra per raccogliere voti? Se due partiti sono a favore dell'Euro, non si può avere che uno accusi l'altro di volerlo, perché in questo caso dovrebbe spiegare perchè lo vuole anche lui. Banale, no? E quindi si finisce per cercare delle differenze sui “valori”. Si accusa l'altro partito di essere composto da ladri, di volere il matrimonio omosessuale, di voler accogliere milioni di migranti, di voler rinunciare alla sovranità, e via andando. Oppure, al contrario, di essere bigotti, xenofobi, provinciali, e via andando. La temperatura dello scontro si alza, e le posizioni sembrano inconciliabili. Tutto sembra spaccarsi, ma la frattura, a ben guardare, è figlia delle similarità programmatiche che spingono a marcare le differenze valoriali.

Qual è l'interesse di un investitore verso questo ragionamento? Se due partiti sono a favore dell'Euro, e se per continuare ad averlo hanno un programma economico molto simile che lo renda possibile, allora le accuse reciproche – ladri, servi, e via andando – non vanno prese sul serio, perché sono funzionali a raccogliere voti sui valori. Vanno, seguendo il ragionamento, prese sul serio solo le differenze programmatiche.

http://1 - http://www.lavoce.info/archives/40753/il-mondo-nuovo-della-politica-punta-sui-valori/

rating: 
0

No votes yet