Il QE e l'offerta di titoli

Form di ricerca

Il QE e l'offerta di titoli

La politica di acquisto di obbligazioni da parte delle banche centrali (Quantitative Easing = QE) deve risolvere un problema non di poco conto, quello dell'offerta. La banca centrale compra, infatti, i titoli di stato per un ammontare cospicuo, ma questi debbono essere largamente disponibili. Se non lo fossero, la banca spingerebbe loro prezzi molto in alto, ossia i loro rendimenti molto in basso – forse troppo.

I titoli disponibili sono il frutto dei titoli che vanno a scadenza e dei nuovi titoli che i Tesori emettono per finanziare il deficit. La massima offerta – e quindi il minimo problema per le banche centrali - si ha se i titoli di un paese in scadenza sono tanti e se il deficit da finanziare è elevato. Nell'euro zona vi sono dei paesi che hanno molti titoli che vanno in scadenza e molti titoli di nuova emissione. Si hanno anche dei paesi con pochi titoli in scadenza e con pochi titoli di nuova emissione – e qui si ha il massimo problema per le banche centrali.

L'Italia, la Francia, e la Spagna fanno parte del primo gruppo, la Germania del secondo. I “cugini latini” fra debito in scadenza e nuovo debito offrono un ammontare annuale di titoli pari al 20% circa del loro PIL. La Germania un modesto 5% - 1.

Perciò la Banca centrale e le banche centrali dei diversi paesi dell'Euro-zona hanno un problema con i paesi che offrono pochi titoli, avendo deciso di comprarli. Per fortuna la Banca Centrale della Cina possiede molti titoli in Euro. Può offrirli alle banche centrali europee, che così non debbono forzare gli acquisti sui mercati. Nel caso della Germania si ha così modo di non forzare ancora i prezzi. AI cinesi conviene, perché scambiano i titoli di stato in euro – che ormai non rendono nulla - con la valuta euro - che può sempre servire per intervenire sul mercato dei cambi - 2.

1-https://www.imf.org/external/pubs/ft/fm/2014/02/pdf/fm1402.pdf - pagina 6

2-https://next.ft.com/content/302bd274-7f29-11e5-ae43-f6d4a22c5a1a

rating: 
0

No votes yet