Riecco l'Ellade

Form di ricerca

Riecco l'Ellade

Dopo esser stata l'argomento più discusso lo scorso anno fino all'estate, la Grecia era finita nell'oblio. Da qualche tempo sta tornando al centro della scena. C'è stata la grave crisi dell'emigrazione, e il Papa visiterà la Grecia questo fine settimana. Questo da un punto di vista “mediatico”, ma dietro le quinte è ripresa la discussione economica.

La Grecia ha un'economia poco sviluppata, con uno stato sociale particolarmente generoso. A questa combinazione squilibrata - come finanziare lo stato sociale, in particolare le pensioni - si aggiunge un debito pubblico particolarmente elevato. Quest'ultimo – denominato in euro - è quasi tutto – una parte minore è del Fondo Monetario Internazionale ed una altrettanto minore è sul mercato - direttamente ed indirettamente nelle mani degli altri stati dell'Euro-zona, i quali chiedono da anni degli interessi minimi sullo stesso. Ossia, la Grecia ha un debito pubblico pari al doppio di quello della Germania sul quale paga un interesse simile a quello che la Germania paga sul suo. La soluzione “sulla carta” è quella di modernizzare l'economia, riformare lo stato sociale, intanto che il debito pubblico è “congelato” nelle mani degli altri Paesi, che chiedono degli interessi minimi. Man mano che la Grecia modernizza la propria economia e riforma lo stato sociale, ecco che arrivano gli aiuti – che sono “condizionati” - da parte degli altri Paesi, per esempio per salvare il suo sistema bancario.

Le riforme portano la crescita e, alla fine, tutto si risolve (1). Solo che l'economia greca non mostra segni di vita, la modernizzazione è osteggiata, e la riforma del sistema delle pensioni troppo complessa da attuare in tempi brevi, mentre è fatta pressione perché essa risolva il problema del debito. La soluzione di questo ultimo nodo passa attraverso sia la crescita economica sia attraverso un bilancio pubblico che riduca la consistenza del debito, andando in avanzo. Ma come può esserci ripresa – intanto che non si modernizza e non si riforma - se anche il bilancio dello stato diventa sempre meno espansivo?

Insomma, non si riesce ancora a venire a capo della crisi greca (2).

1-http://www.oecd-ilibrary.org/economics/oecd-economic-surveys-greece-2016/structural-reforms-to-boost-inclusive-growth_eco_surveys-grc-2016-6-en

2-https://blog-imfdirect.imf.org/2016/02/11/greece-toward-a-workable-program/

rating: 
0

No votes yet