Mercati finanziari

Form di ricerca

La newsletter quotidiana sul commento dei mercati è stata sostituita, a partire dal 25/05/2016,  con le due newsletter settimanali che potete trovare nelle nuove sezioni “TRA MERCATI & FINANZA” e “TRA FISCALITÀ & FINANZA”

Dollaro Euro

Il dollaro cambiava a 1,4 (dollari per euro) fino alla metà del 2014, poi si è rivalutato fino agli inizi del 2015, arrivando al cambio di 1,1 (dollari per euro). Da allora - pur fra molte oscillazioni - è rimasto dove era (1).

Perché le banche flettono

Prima la banca centrale europea (BCE) la settimana scorsa, poi quella del Giappone (BOJ) nei giorni scorsi, e, infine, quella Statunitense (FED) l'altro ieri, hanno deciso di continuare con le politiche più o meno accomodanti. La BCE e la BOJ con politiche molto accomodanti, la FED con politiche che possiamo definire neutrali.

Tutte le politiche monetarie sono espansive

Prima la banca centrale europea (BCE) la settimana scorsa (1), (2), poi quella del Giappone (BOJ) nei giorni scorsi, ed, infine, quella Statunitense (FED) ieri, hanno deciso di continuare con le politiche più o meno accomodanti. La BCE e la BOJ con politiche molto accomodanti, la FED con politiche che possiamo definire neutrali.

Obbligazioni e banche nell'Euro-zona

La Banca Centrale Europea (BCE) la settimana scorsa ha deciso di tagliare il tasso sulle riserve fino al -0,4 per cento, di alzare il volume di acquisti di obbligazioni del Tesoro e private, ed, infine, di finanziare (il TLTRO) le banche, se queste erogano crediti al settore privato ad un tasso nullo e fino al 30% della variazione dei c

Le elezioni regionali in Germania

Il commento alle elezioni regionali tedesche – elezioni che si sono tenute in tre Lander - è spesso di tipo catastrofista: “la Merkel cade, gli Euro-scettici avanzano”. Laddove la causa di questo andamento è il disagio provocato dagli emigranti.

Il bazooka di Draghi

La Banca Centrale Europea (BCE) ha tagliato i tassi - il tasso sulle riserve è ora al -0,4 per cento. Ha, inoltre, deciso di aumentare gli acquisti mensili di obbligazioni sia del Tesoro sia private.

La prossima riunione della BCE

Nel Commento di ieri avevamo mostrato quanto sia difficile - sulla base dei dati a disposizione - prendere una posizione semplice e chiara sull'opportunità di alzare o meno i tassi di interesse negli Stati Uniti. Fra dieci giorni si riunirà la Federal Reserve (FED).

Interpretare per decidere

Venerdì scorso sono usciti, come ogni primo venerdì di ogni mese, i dati sulla disoccupazione negli Stati Uniti. Sono stati creati oltre duecento mila posti di lavoro, ed il tasso di disoccupazione è ulteriormente sceso.

Pagine